bandiere-blu-2018-sbt-magazine

Bandiere Blu 2018: le Marche superate dalla Campania

San Benedetto del Tronto riconferma la Bandiera ma esce dalla classifica Gabicce, facendo scivolare al 4° posto la Regione Marche.

Senza la conferma anche nel 2018 del vessillo di Gabicce, le Marche perdono così una bandiera Blu e scivolano al 4° posto, superate dalla Campania. Gabicce è stata esclusa, secondo l’Ansa, a causa della percentuale di raccolta indifferenziata di rifiuti e i pochi progetti di educazione ambientale. Ma, secondo l’assessore Pieroni, l’acqua marina ha valori eccellenti, ben al di sopra dei parametri imposti dalla danese Fee (Foundation for Environmental Education).

Il riconoscimento ambito viene assegnato sulla base di 32 criteri che comprendono diversi aspetti, come ad esempio, la gestione sostenibile del territorio, la presenza di spazi verdi, la qualità dei servizi degli stabilimenti balneari, e altri ancora. Quindi, come spesso erroneamente si crede, non è solo la qualità dell’acqua marina ad essere giudicata.

Anche i laghi fanno parte della classifica, quest’anno sono 16 quelli premiati, tra cui il lago di Scanno in Abruzzo.

Le 16 spiagge Bandiera Blu marchigiane sono: Ancona, Senigallia, Numana, Sirolo, Fermo, Pedaso, Porto San Giorgio, Porto Sant’Elpidio, Civitanova Marche, Potenza Picena, San Benedetto del Tronto, Grottammare, Cupra Marittima, Pesaro, Fano e Mondolfo.

In generale, secondo la fondazione danese, una spiaggia su dieci a livello mondiale si trova in Italia e in totale quest’anno saranno ben 368 le spiagge dove sventoleranno le bandiere Blu.

Autore

Redazione

Redazione

Redazione SBT Magazine

Articoli correlati

LASCIA UN COMMENTO

Assicurati di inserire tutti i dati obbligatori. Il codice HTML non è ammesso