Triestina-Samb

Triestina-Samb: i Rossoblù pareggiano e chiudono la stagione al terzo posto

Verdetti importanti da scrivere nell’ultima giornata di campionato, i più importanti a ridosso del primo posto, dove Samb, Alto Adige e Reggiana si giocano il secondo posto, quello che eviterebbe due turni ai playoff, entrando in scena dai quarti di finale.

Avversario di turno la Triestina, ancora in corsa per un posto ai playoff, ma con un solo risultato utile, la vittoria. Lo scossone arrivato domenica scorsa con l’esonero di Capuano, ha riportato sulla panchina rossoblù Moriero. Il mister salentino torna alla difesa a quattro con alcune novità, a cominciare dai terzini, Mattia a destra e Patti a sinistra, con l’intento di bloccare la difesa. A centrocampo il rientro di Marchi consente di riproporre l’accoppiata con Gelonese, Rapisarda e Valente allargano il gioco sulle fasce, mentre Bellomo ha più libertà di movimento e davanti c’è il ritorno di Miracoli. La partita scorre su buoni ritmi e le occasioni non mancano da una parte e dall’altra, ma la Samb sbatte sulla traversa con Miceli mentre la Triestina passa in vantaggio su rigore e così suggella un leggero predominio nel primo tempo.

La ripresa vede un nuovo cambio di modulo, con l’ingresso di Di Massimo per Rapisarda e l’abbassamento di Bellomo a regista davanti alla difesa, si passa al 4-3-3 con la Samb che preme alla ricerca del pareggio, che arriva su un clamoroso errore del portiere, che prima blocca il corner di Bellomo, poi perde la sfera sulla ricaduta, con Miceli lesto ad approfittare del regalo. Il pareggio non serve a nessuno e Moriero rischia il tutto per tutto inserendo anche Stanco, non per Miracoli, cambio solito, ma per Marchi. Prima era entrato anche Candellori, adattato a terzino per l’infortunio occorso a Mattia. La Samb rischia ancora di andare sotto su rigore ma Perina questa volta respinge e coglie un’altra traversa con Valente, oltre a un gol annullato, sempre a Valente, per fuorigioco.

Triestina-Samb
Il rigore parato da Perina

Partita decisa dagli episodi, arbitrali e non. I due rigori e il gol annullato sono tutti molto dubbi ma tutti a sfavore, le due traverse invece sono entrambe rossoblù. I portieri però hanno dato il loro contributo al risultato finale, con Perina decisivo in positivo, a differenza del suo collega triestino. Si è vista la reazione allo svantaggio, il ritorno al gol dopo due match e anche qualche buona trama offensiva. Bellomo sui calci piazzati è stato particolarmente ispirato, dando anche degli strappi importanti. Alla fine è terzo posto e anche se la Samb avesse vinto, non sarebbe cambiato nulla. Infatti la classifica avulsa avrebbe premiato i Rossoblù solo in caso di arrivo a tre, mentre gli scontri diretti premiano solo il confronto con la Reggiana, ecco perché la Samb è terza, considerati la vittoria di Alto Adige e il pareggio dei granata Emiliani. Ora ci saranno i playoff del girone e poi entreranno in gioco gli uomini di Moriero per la fase nazionale, con andata il 20 maggio in trasferta e il ritorno il 23 al Riviera.

Photo credit: Elevensporst.it

Autore

Francesco A.

Francesco A.

Appassionato di calcio, innamorato della Samb. E' laureato in Brand Management e ha conseguito un executive master in Sport Management e Mediazione sportiva. Preferisce la vita a colori a quella in bianco e nero!

Articoli correlati

LASCIA UN COMMENTO

Assicurati di inserire tutti i dati obbligatori. Il codice HTML non è ammesso