videosorveglianza

San Benedetto, si posa la fibra ottica per la videosorveglianza

Videosorveglianza: iniziati i lavori per la rete di 13 telecamere che collegherà il centro città col Comune.

La videosorveglianza arriva nella nostra città. Stamattina sono iniziati infatti i lavori per la realizzazione dell’infrastruttura in fibra ottica che collegherà il Comune di San Benedetto del Tronto con 13 telecamere, che subito dopo verranno collocate in altrettanti punti del centro città. Ad occuparsi dei lavori la ditta ITE, che si è aggiudicata l’appalto.

I 2,8 chilometri di cavo in fibra ottica collegheranno la sede comunale con i principali punti del centro cittadino (come viale Secondo Moretti, via Mentana e piazza Matteotti): snodandosi lungo viale De Gasperi, il percorso devierà poi su via Montello, percorrerà via Ugo Bassi e giungerà prima in viale Moretti e poi in viale Pasqualetti.

 

Leggi anche: Sicurezza, Comune appalta le prime telecamere in centro

 

La fibra ottica correrà prevalentemente all’interno dei cavidotti che contengono già i cavi dell’illuminazione pubblica, ma in alcuni punti bisognerà effettuare degli scavi per superare i punti non serviti o interrotti. Subito dopo la conclusione di questo intervento si procederà con l’installazione e l’attivazione dei 13 dispositivi di videosorveglianza, che saranno forniti da Telecom Italia.

“Dopo non poche difficoltà burocratiche – commenta soddisfatto il sindaco, Pasqualino Piunti – finalmente il progetto di creazione di una rete di videosorveglianza comincia a diventare realtà: ricordo che esso è modulare, cioè può essere realizzato per stralci, ma che la sua versione completa contempla l’installazione di 85 telecamere collegate da 12 chilometri di cavi in fibra ottica a copertura dell’intero territorio comunale, ulteriormente ampliabile con l’apporto di impianti di proprietà privata.

È uno dei punti programmatici qualificanti del mio mandato, finalizzato a incrementare il livello di sicurezza della città, e a tale proposito voglio evidenziare la preziosa collaborazione offerta dalle Forze dell’ordine e dalla Prefettura, con le quali è stato concordato e costruito questo progetto”.

 

Autore

Antonino Neri

Antonino Neri

Romano, classe '84, giornalista pubblicista. Appassionato patologicamente di calcio e tecnologia, cerco di ampliare il mio bagaglio. Anche quello culturale. Amo il cinema, la musica dal vivo e, ovviamente, viaggiare. Un caporedattore anni fa mi disse "bisogna lavorare presto e bene": nel tentativo di seguire ogni giorno il suo prezioso insegnamento, cerco di godermi al meglio ogni attimo...

Articoli correlati

LASCIA UN COMMENTO

Assicurati di inserire tutti i dati obbligatori. Il codice HTML non è ammesso