arrivederci

#192 E’ solo un arrivederci

Quello che è successo negli ultimi giorni mi ha destabilizzato profondamente. L’unico posto sicuro che avevo è stato violato, la mia famiglia è stata violata. Per la mia e per la sicurezza dei miei genitori, siamo costretti ad allontanarci per qualche tempo da San Benedetto.

I carabinieri, anche se non ci sono ancora prove, mi hanno consigliato di andare da qualche parente o amico, il più lontano possibile da qui e da Andrea. Dicono di aspettare fino al termine del processo per fare ritorno a casa.

Sono costretta a fuggire, a lasciare il mio lavoro e la mia normalità per colpa di un folle, di un piromane. Maledico il momento in cui l’ho incontrato e l’ho accolto nella mia vita ma chi avrebbe mai pensato che si sarebbe spinto fino a questo punto? È talmente pazzo da aver dato fuoco alla mia casa!

Ho mille cose da portare avanti, questo progetto è una di quelle ma non me la sento di proseguire. Ho bisogno di ritrovare la pace e anche se confidarmi con i miei lettori ha attenuato le mie sofferenze, sento la necessità di staccare la spina. Ma il mio non è un addio, solo un arrivederci.

Tornerò più forte, libera e combattiva, magari con una maturità in più. Ho tante persone che mi vogliono bene e spero che in questi mesi anche tra voi lettori io abbia acquistato degli amici.

Un forte abbraccio dalla vostra Lea.

xxx

Autore

Lea M.

Lea M.

Giornalista, ha lavorato per 6 anni in un’agenzia di stampa estera come inviata. Nata a San Benedetto del Tronto, è laureata in Lettere e Beni culturali. Vive a San Benedetto del Tronto, ama viaggiare con la sua moto, il mare e la meditazione.

Articoli correlati

LASCIA UN COMMENTO

Assicurati di inserire tutti i dati obbligatori. Il codice HTML non è ammesso